Balkanalysis.com

The Holy See

Capital Vatican City

Time Zone CET (GMT+1)

Country Code 39

ccTLD .va

Currency Euro

Land Area 0.44 sq km

Population 836

Language Latin, Italian

Major Religion Roman Catholicism

Key Data

Notable Public Figures

Francis I - Jorge Mario Bergoglio,
Pope

Pietro Parolin,
Cardinal Secretary of State

Giovanni Angelo Becciu,
Substitute for General Affairs

Paul Richard Gallagher,
Secretary for the Relations with States

Antoine Camiller,
Undersecretary for the Relations with States

Luciano Suriani,
Delegate for Pontificial Representations

Peter Brian Wells,
Assessor for General Affairs

José Avelino Bettencourt,
Head of Protocol

Domenico Giani,
Chief of Vatican Gendarmerie

Le sfide del Vaticano nei Balcani

Il Rafforzamento della Chiesa Cattolica nel 2015 e oltre

Matteo Albertini e Chris Deliso

L’elezione nel 2013 del carismatico Papa Francesco ha nuovamente stimolato l’interesse del mondo verso il Vaticano; uno scenario nel quale, però, il ruolo giocato dalla Santa Sede nei Balcani ha continuato a rimanere pressoché ignorato, almeno fino ad oggi.

Le sfide del Vaticano nei Balcani cover image BalkanalysisSovrapponendo un’ampia ricerca sul campo, informazioni riservate di intelligence e interviste ad esperti del settore con i resoconti delle fonti giornalistiche e con i dati ufficiali della Chiesa, Le sfide del Vaticano nei Balcani è la prima analisi, interamente dedicata alle attività della Santa Sede nella regione, capace di rendere conto dei rapporti del Vaticano con gli stati e con le chiese balcaniche, e di evidenziare la sua azione nei confronti delle popolazioni locali.

Non mancano infatti libri dedicati al ruolo del Vaticano nei Balcani durante gli anni novanta, nella seconda guerra mondiale o in epoche ancora precedenti; ma nessuno studio ha ancora documentato le politiche e le attività correnti dei rappresentati della Chiesa Cattolica all’interno dell’area. In questo senso, questo studio rappresenta un valido e originale contributo per comprendere come la più celebre delle istituzioni religiose mondiali stia lavorando in una delle regioni storicamente più incerte.

Le sfide del Vaticano nei Balcani (Amazon.com)

Le sfide del Vaticano nei Balcani (Amazon.it)

The Vatican’s Challenges in the Balkans (English edition on Amazon.com)

Scritto da due veterani analisti con esperienza negli affari balcanici ed europei, questa ricerca si rivolge allo stesso tempo al lettore generico e agli specialisti del settore. Albertini e Deliso documentano in dettaglio le attività della Santa Sede in sette paesi balcanici, con particolare attenzione allo scopo primario di rafforzare – e perfino di espandere – il potere cattolico: una strategia sostenuta dal clero locale, da organizzazioni di beneficenza, da speciali Ordini ecclesiastici e dai governi alleati.

Questo libro è così una lettura necessaria sia per coloro che sono interessati alla Chiesa in quanto istituzione, sia per coloro che intendono comprendere la più ampia geopolitica del sud est europeo contemporaneo.

Inoltre, questo libro evidenzia, per la prima volta, la cooperazione ed i progetti vaticani in comune con i propri partner europei, ognuno dei quali volge uno sguardo preoccupato alla Turchia, a sua volta interessata alle terre un tempo appartenute all’impero Ottomano.

I lettori de Le sfide del Vaticano nei Balcani troveranno dunque approfondimenti non solo sulle questioni religiose, ma anche sui complessi – e spesso poco noti – eventi geopolitici che condizioneranno il futuro della regione, dell’Europa, e dello stesso Vaticano.

Tra gli argomenti trattati:

  1. La struttura e gli obiettivi della operazioni vaticane, e il personale diplomatico chiave;
  2. I protocolli di sicurezza tra Italia e Vaticano;
  3. I dettagliati resoconti delle visite di Papa Francesco in Albania e Turchia nel 2014;
  4. Le relazioni del Vaticano con i paesi ortodossi di Bulgaria, Macedonia e Serbia;
  5. L’importanza di Medjugorje per i cattolici bosniaci e per la missione evangelizzatrice del Vaticano;
  6. Il peso simbolico di alcune reliquie montenegrine, oggetti del contendere di un intrigo internazionale;
  7. Il ruolo dei Cavalieri di Malta nella regione;
  8. Le attività finanziarie del piccolo paradiso fiscale e bancario del Lussemburgo nel sostenere le organizzazioni cattoliche nei Balcani;
  9. Il ruolo segreto dei servizi ungheresi nel mettere in atto la politica vaticana;
  10. La lotta per l’identità nelle comunità albanesi, il ruolo dell’Islam e le preoccupazioni per la sicurezza;
  11. L’intensificata guerra di spie tra Germania e Turchia nei Balcani;
  12. I progetti di sviluppo macro-regionale europei per il periodo 2014-2020 e l’armonizzazione delle politiche europee e vaticane nei Balcani;
  13. Cinque dettagliate appendici, con i dati riguardanti le relazioni diplomatiche del Vaticano con i paesi balcanici, i profili dei nunzi vaticani, le informazioni sulle ONG cattoliche e sulle rappresentanze locali dei Cavalieri di Malta e delle società gesuite.

Per maggiori informazioni visitate www.balkanalysis.com/vatican

su Twitter: @balkanalysis

Vatican’s news feed


View Vatican in a larger map